menù



Sponsor



venerdì 12 maggio 2017

In bocca al lupo con... "Librinfiore" a Velletri

Il 9 maggio 2017 presso l’Istituto Comprensivo Velletri Centro si è svolto l’evento “LIBRINFIORE”, festa del libro per ragazzi, giunto alla 4^ Edizione. 


VELLETRI - Il tema che ha caratterizzato tutto il Progetto di educazione alla lettura, che si è svolto in varie attività durante l’anno scolastico, è stato quello della figura del lupo nelle fiabe come identificazione delle paure che attraversano la vita dell’uomo fin da bambino.
L’evento è stato, quindi vivacizzato dallo spettacolo del teatrino delle marionette realizzate, con maestria e abilità,dai ragazzi del laboratorio di architettura, coordinati e guidati dal Prof. Angelo Luciani del Liceo Artistico “C. Battisti” di Velletri, raffiguranti i personaggi della fiaba “ I tre porcellini “, portata in scena dalle ragazze e ragazzi della 3^ H Del Liceo “Mancinelli-Falconi coordinati dal Prof. Christian Dama. Lo spettacolo visto dai bambini della Scuola dell’Infanzia e delle prime della Scuola primarie, ha suscitato entusiasmo e coinvolgimento, desiderando i bambini che lo spettacolo finisse mai, vedendo il povero lupo correre con la coda bruciata. Le attività della giornata si sono succedute secondo un programma ben delineato e articolato, coinvolgendo tutte le classi dell’Istituto, dai bambini della Scuola dell’Infanzia fino a quelli delle terze della Scuola Secondaria. Il programma prevedeva laboratori di animazione alla lettura: nelle classi seconde e terze, sono state lette storie con protagonista il lupo tratte dai seguenti testi: “A sbagliare le storie”, “Il più furbo”, “Il lupo che salto fuori da un libro”, raccontate con maestria dai “Cantafiabe”, lettori amatoriali quali Pasquale La Rotonda, Alessandra De Marchis e Daniela Castagna. I bambini hanno partecipato con entusiasmo, si sono dimostrati attenti e silenziosi durante l' ascolto e molto collaborativi nei momenti in cui sono stati coinvolti e chiamati a partecipare. I vari racconti sono stati alternati da canti. L' attività ha riscosso molto successo tra i bambini che hanno chiesto il bis di alcune storie particolarmente divertenti. Le quarte invece hanno vissuto l’esperienza del libro “illeggibile” di Munari, con un laboratorio della Baby Campus, che ha offerto spunti creativi, ribaltando l’idea di libro come strumento “solo” da leggere.Grazie alla preziosa presenza della docente
Daniela Pietrosanti e la tiflodidatta Claudia Bizzoni, nelle classi quinte si è svolto un laboratorio psico-emozionale basato sul racconto della graphicnovel “Non sei mica il mondo” di RaphaelGeffray edito da Tunué. I bambini coinvolti hanno esplorato le emozioni racchiuse nelle parole ostili da loro pronunciate con leggerezza, tracciando un percorso sviluppato in otto tappe, che li ha accompagnati verso il raggiungimento dell’obiettivo finale che è stato quello di imparare a “rispettare le parole”. La Libreria San Paolo di Albano Laziale, ha allestito una mostra mercato di libri divisi per fascia d’età, così da poter essere visitata e fruita da tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo, molto apprezzati dai bambini incuriositi da un’editoria non commerciale. Infatti, come attività, per le classi prime della Scuola Secondaria, Tunuèlab ha fornito un originale laboratorio di fumetto tenuto dal giovane Fumettista Davide Iacono Quarantino, che per il quarto anno, con grande maestria e passione, ha saputo coinvolgere i ragazzi nell’accattivante mondo del fumetto. Era presente, inoltre, per la prima volta, un point informativo e di divulgazione della Bibioteca Comunale del circuito Consorzio delle Biblioteche dei Castelli Romani, che ha potuto tesserare tanti bambini grazie alla presenza numerose delle famiglie che hanno visitato la mostra-mercato. realizzata dai bambini della Scuola Primaria. Una mostra di lavori, pop-up, cartonati, 3-D, plastici e tanto altro, ma davvero tanto altro, fatto di alberi piante e lupi, relativo ai loro libri preferiti e a tutto ciò che per i bambini rappresenta curiosità e immaginazione, realizzati grazie alle insegnanti, che durante l’anno scolastico, hanno lavorato sviluppando lavori, colori e tecniche particolari e ricche di fantasia e creatività, anche con attività specifiche di educazione alla lettura come potenziamento. E con quale altra grande espressione si potevano raccontare storie durante l’evento?
Sicuramente con “La magia del Fabulare”, letture, dialoghi e non solo dello speaker radiofonico Dylan di Dimensione Suono Soft, con i colori e la luce che la sua voce sa imprimere alle parole. Dylan ha parlato con i ragazzi delle classi seconde della scuola secondaria al Teatro Aurora, riuscendo a catturare l’attenzione, ad incantare con la magia delle parole, con i colori che solo la melodia dell’arte oratoria sa dipingere, coinvolgendoli e rendendo protagonisti gli stessi ragazzi. Successivamente, lo stesso Dylan ha condotto l’evento, introducendo l’incontro con l’autore, con lo scrittore e musicista Giuseppe Festa. Lo scrittore nel suo libro “La luna è dei lupi” ha saputo imprimere ed esprimere una visione nuova del rapporto dell’uomo con la natura e con gli animali, in questo caso i lupi, che assumendo delle caratteristiche umane riescono a dare risposte alle paure e a descrivere l’uomo dal punto di vista dei lupi, nella loro meravigliosa unicità. Presenti sul palco come ospiti e giurati del concorso letterario “Parole in erba” 4^ edizione, intitolato “CHI HA PAURA DL LUPO CATTIVO?” rivolto ai ragazzi delle quarte e quinte Scuola Primaria e prime e seconde Scuola Secondaria, erano presenti il Prof. Christian Dama docente di Scienze Umane nel Liceo “Mancinelli-Falconi”, Marco Accordi Rickards, giornalista e scrittore, docente di Game Journalism e Direttore di VIGAMUS e VIGAMUS Academy, Alessia Padula, Direttore di Produzione Idra Editing e General Manager di VIGAMUS Academy, Ivan Paduano, docente di Game Art and Technology, VIGAMUS Academy. Con la loro professionalità e competenza hanno realizzato un interessantissimo laboratorio sul videogioco e sul linguaggio del videogioco ponendo l’accento sule competenze che vengono sviluppate con un uso idoneo e consapevole del videogioco che, attraverso il racconto di una storia, problematizza la realtà anche se virtuale, richiedendo però al giocatore di trovare soluzioni, facendo, ideando, immaginando, come avviene nella vita reale. Al termine dell’incontro con l’autore , dopo domande divertenti e curiose poste dai ragazzi della redazione del giornalino “NOI CENTRO” si è passati alla premiazione del concorso letterario: categoria I^ e II^ Scuola Secondaria nei tre generi, Poesia, Racconto Breve e, da quest’anno, Fumetto, a conclusione di un Corso di Fumetto attivato a scuola nell’ambito del progetto stesso d’Istituto LIBRINFIORE, tenuto dalla docente Melina Allegro, coadiuvata dal fumettista Davide Iacono Quarantino. Premiazione ripetuta nel primo pomeriggio presso la Scuola primaria “G.Marcelli”, dove era presente per la giuria la Prof.ssa Teresa Barberio. Anche qui si è svolto l’incontro con lo scrittore, rivolto questa volta alle classi IV^ E V^, per un totale di 18 bambini premiati, ovviamente con dei bellissimi libri donati dalla Libreria San Paolo di Albano che ha curato la mostra mercato e in parte acquistati con il contributo e il Patrocinio del Comune di Velletri nella persona dell’Assessore al Bilancio Dott.ssa Marilena Ciarcia, a cui esprimiamo un ringraziamento particolare per l’attenzione rivolta all’evento, attenzione ribadita anche dalla presenza dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Luca Masi.
Inoltre, anche quest’anno l’evento è stato inserito nel sito di 'Il Maggio dei Libri 2017' campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile, organizzato dal Cepell in accordo con il MIUR per la promozione e incentivo alla lettura. L’evento anche quest’anno è stato realizzato grazie al Dirigente Scolastico, Prof.ssa Antonella Isopi, da sempre promotrice di cultura e innovazione e, nella fase esecutiva ideativa ed organizzativa, un plauso va alla Prof.ssa Melina Allegro, che con entusiasmo capacità relazionale e creatività, ha saputo coordinare tutte le attività proposte e renderle vive e fruibili dai ragazzi. La Giuria del Concorso, alla quale rivolgiamo la nostra gratitudine, era composta dalla Prof.ssa Giovanna Carbone, dalla Prof.ssa Teresa Barberio, dal Prof. Christian Dama, da e dall Presidente di Nelle opere premiate la giuria ha voluto sottolineare più che l’aderenza precisa al genere e alla struttura del genere, l’originalità e la spontaneità propria dei giovani autori, che quest’anno si sono cimentati in un argomento che li metteva a confronto con tematiche legate alla paura all’accettazione del se’ e dell’altro, quale quello delle paure. “Chi ha paura del lupo cattivo?”… Ed ecco i vincitori:Poesia Scuola Secondaria: 1° Malagigi Francesco 2A, 2° Picone Alessandro 2H, 3° pari merito De Romanis Samuele 2G Cascapera Giulia 2F; Racconto breve Scuola Secondaria:1° Pugliesi Matteo 2A, 2° Cirillo Alessandra 2C, 3° Di Cugno Gabriele 1°; Fumetto Secondaria: 1° De Marchis Vittoria, 2° Stracqualorsi Antonio , 3° pari merito Sterpone Matteo e Mammucari Riccardo; Poesia Scuola Primaria:1° Coluzzi Marta 4C, 2° Colaiacono Clotilde 5C, 3° Conti Daniele 4C; Racconto Breve Primaria:1° Ranieri Gabriele 5B, 2° lavoro collettivo Angeletti Davide e Michis Beatrice 4E, 3° Boumijel Sarah 5A. Fumetto Primaria: 1° Bagaglini Federico 4B, 2° Marcantoni Riccardo 4C, 3° pari merito Masella Jacopo 4C e Silvestrini Samuel 4E.
I nostri giovani autori, hanno saputo cogliere il senso della paura come fase imprescindibile della vita dell’uomo, sia esso adulto che bambino, di crescita e di superamento di ostacoli e ostilità, e proprio attraverso la capacità di trovare soluzioni si riesce a dare valore alle cose riscoprendo l’amicizia e la condivisione come strumento per rafforzare il proprio io. Dare senso profondo alla crescita e all’assunzione di ruoli precisi. Così il bullo (Il Lupo) diviene il vero debole e l’amico la chiave per vincere insieme. Emozionati e soddisfatti, hanno ricevuto i propri premi con occhi brillanti di stupore e allegria, emozioni nuove e ricche di valore, da portare con sè nel cammino della vita. Una vita che, se ben indirizzata li porterà a raggiungere mete e traguardi con vittorie e sconfitte con gli strumenti che noi educatori cerchiamo di fargli acquisire. E allora? In bocca al lupo…..“LIBRINFIORE”!!! W IL Lupo… (Melina Allegro)