menù



Sponsor


giovedì 9 marzo 2017

Serie A2 femminile: F&D gioca solo un tempo ma basta per centrare l’ennesimo blitz esterno. 7° vittoria su 7 gare

Non si ferma il cammino della capolista del girone SUD di A2 femminile che centra la settima vittoria in campionato in altrettante gare disputate.


VELLETRI - Altro bellissimo tassello di una stagione che si tinge sempre di più di gialloblù, giornata dopo giornata, e partita dopo partita.
Questa volta a cadere sotto le bracciate e le giocate della squadra di mister Di Zazzo è il 3T di Frascati che viene così cacciato indietro di 9 punti e che, forse, viene minato nelle certezze e nelle convinzioni di poter dire la propria in questa stagione. Certezze e convinzioni che crescono, viceversa, nella testa e nelle interpreti del gruppo veliterno che, nonostante la prestazione opaca, “la più brutta da inizio stagione”, per usare le parole del tecnico veliterno, riesce a portare comunque a casa 3 pesantissimi punti e a mantenere ancora una volta l’imbattibilità stagionale. Laconico e beffardo è ancora il commento di Di Zazzo: “Abbiamo portato a casa l’ennesima vittoria nonostante oggi non ci sia riuscito praticamente nulla. Loro sono partite molto forte e molto aggressive, atteggiamento che avevo previsto in settimana, e per gran parte del primo e secondo parziale sono riuscite a portare avanti correttamente la loro strategia aiutate anche da un arbitraggio che ha consentito il gioco maschio e dalla nostra totale evanescenza in attacco. Poi abbiamo cambiato qualcosa ed è bastato un tempo al nostro consueto livello per indirizzare la gara su un binario diverso e darci così un’altra bella soddisfazione”. E, già, perché le padroni di casa hanno accarezzato il sogno di poter infrangere l’imbattibilità della finora incontrastata padrona del campionato per tutta la prima parte della gara. La ex Racing Muccio, top scorer dell’incontro con 4 reti, ha fatto vedere i sorci verdi alla difesa di Minopoli, realizzando entrambe le reti che hanno consegnato al 3T il primo periodo. Secondo quarto che ha ricalcato il primo, con la sola Clementi a tenere a galla la formazione ospite. 3-0 firmato ancora Muccio, 3-1 con Clementi, 4-1 siglato dalla Marcantonio e nuovo -2 ancora ad opera di Clementi, che hanno portato al riposo lungo con il punteggio di 4-2 per il 3T. Riposo che ha permesso a Di Zazzo di riorganizzare le idee del proprio team e di determinare un completo cambio di passo e atteggiamento nel successivo e decisivo quarto di gioco. La Fortitudo si è improvvisamente svegliata dal torpore e ha deciso di giocare un tempo al suo livello, dimostrando, per chi ancora ne avesse qualche dubbio, che lo scettro di leader non è un caso. Si parte e Muccio realizza il suo poker personale dando alla sua squadra l’ennesimo massimo vantaggio di +3 (5-2). Un risultato che avrebbe potuto definitivamente azzerare le velleità di rimonta delle ospiti e che, invece, si è rivelato essere la scintilla per la ripresa. F&D ha annichilito le ragazze di Casaburi infilando un parziale di 4-0 in poco più di 3 minuti e mezzo.
Bagaglini, Antonacci, Clementi e ancora Bagaglini hanno prima impattato e poi ribaltato il risultato, segnando, per altro, tutte le reti in condizioni di parità numerica. Il 5-6 con il quale si è andati all’ultimo riposo e la veemente rimonta del Velletri, hanno incrinato le certezze delle padroni di casa che non sono riuscite più a scuotersi. F&D ha dato prova che una squadra forte è una squadra forte in difesa e non ha avuto problemi a dimostrarlo difendendo con i denti le 4 situazioni di inferiorità numerica dell’ultimo tempo che hanno fruttato un “bianco” 0-0 e hanno così consegnato la 7° vittoria a F&D. Un cammino di marcia che ad oggi lascia poco spazio all’interpretazione. Il team di Di Zazzo ha sempre vinto, ha attualmente le miglior difesa del campionato (solo 34 reti subite) e il secondo miglior attacco, ha vinto 3 scontri diretti lontano da casa con 3 delle pretendenti a un post per i play-off: Vela Ancona, Flegreo e 3T. Numeri che non fanno altro che certificare la forza di una squadra che, di giorno in giorno, acquisisce sempre di più la consapevolezza di poter fare qualcosa di importante e che il sogno play-off può diventare presto realtà per essere poi sostituito da un sogno ancora più grande e impensabile a inizio stagione. Su questa strada c’è ora la seconda forza del campionato. Domenica prossima ci sarà l’attesissimo big match tra le due sorpresissime di questo girone. F&D volerà a Siracusa e andrà a far visita all’Ortigia, come detto, attutale seconda forza del campionato e distanziata di soli 3 punti dalla capolista. Uno scontro di alta classifica difficile da ipotizzare a inizio stagione ma che, oggi, rende merito a due società che stanno investendo nei propri giovani e in due tecnici molto preparati. L’Ortigia farà senz’altro di tutto per dara un dispiacere alle laziali e per agganciarle così in vetta alla classifica. F&D cercherà di superare l’ultimo, difficilissimo scoglio, per tentare poi l’en-plein di vittorie nel girone d’andata nell’ultima partita casalinga con la Guinness Catania. Ci sarà sicuratemene da divertirsi e, di sicuro, sarà lotta grande fino all’ultimo pallone. Lo scorso anno a Minopoli e compagne riuscì la difficile impresa di sbancare il fortino siracusano, chissà che non accada anche domenica prossima.


3T - F&D Fortitudo DOMUS PINSA 5-6 Parziali: 2-0, 2-2, 1-4, 0-0 3T: Aquino, Coglitore, Di Marcantonio 1, Perazzetti, Tagliaferri, Ricciardelli, Passa, Fonticoli, Tomassini, Muccio 4, Mandara, Caterini, Pecchioli. All. Casaburi. F&D Fortitudo Domus Pinsa: Minopoli, Maggiore, Sathitanon, De Marchis, Zenobi, Rosini, Antonacci 1, Clementi 3, Passaretta, Ercoli, Turchi, Bagaglini 2, Mordacchini. All. Di Zazzo. Arbitro: Ibba Sequenza reti: 3-0, 3-1, 4-1, 4-2, 5-2, 5-6