menù



Sponsor

venerdì 17 giugno 2016

Grande successo per il convegno dell’A.N.D.O.S. Velletri sulle nuove tecniche per sconfiggere il cancro al seno

Il convegno dell’A.N.D.O.S. Onlus Comitato di Velletri, tenutosi sabato 11 giugno presso l’aula magna della Cantina Sperimentale ha avuto un forte riscontro di pubblico.


 I medici relatori che si sono susseguiti nelle relazioni hanno saputo trasmettere al pubblico in maniera comprensibile gli argomenti trattati.
Si è discusso e confrontato sulle varie metodologie diagnostiche per la prevenzione del tumore del seno, dalla mammografia alla risonanza magnetica, passando per la Tomosintesi, argomento senz’altro principale del seminario. La Tomosintesi non ancora ben conosciuta dall'utenza è uno strumento diagnostico che permette di studiare la mammella ‘a strati’: nello specifico la struttura interna del seno viene scomposta in tante immagini che poi, sovrapposte, ricostruiscono la figura dello stesso nella sua completezza, rendendo molto più accurata la lettura anche nei seni più difficili da leggere, tipo quelli densi. Grazie a questa nuova indagine si scopre il 20% in più di tumori rispetto alla mammografia.

I medici intervenuti sono stati la dottoressa Francesca Svegliati per la Tomosintesi, la dottoressa Maria Laura Luciani per la mammografia, la dottoressa Sabrina Cagioli per la risonanza magnetica, il dott. Mario De Marco come tecnico radiologo ed il dottor Giulio Porta che ha presentato e moderato tutti gli interventi. Molta soddisfazione per il risultato ottenuto è stata espressa dalla presidente dell’A.N.D.O.S. Onlus Comitato di Velletri, Ombretta Colonnelli. Nonostante l’invito fosse stato rivolto anche ai medici di famiglia, l’unico ad aver partecipato è stato il dottor Devis Trivelloni che con le sue domande ha reso ancor più interessante ed esplicativa la discussione.